EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Foto dalla Pinacoteca

istanti
istanti

De Chirico

Home » Pinacoteca » De Chirico » De Chirico

De Chirico

Nato a Volos in Grecia il 10 luglio 1888 da genitori italiani e morto il 20 novembre 1978 a Roma.Il padre Evaristo, ingegnere, era in Tessaglia per la realizzazione di una ferrovia. Giorgio ed il fratello Andrea (pseudonimo Alberto Savinio) ricevettero un'istruzione basata sulla antica Grecia. Rimase orfano di padre nel 1905, studiò pittura al Politecnico di Atene, all'Accademia delle Belle Arti di Firenze e all'Akademie der Bildenden Kunste di Monaco.Nel 1910 si stabilì a Parigi dove iniziò ad elaborare la pittura metafisica.Nel 1912 espose per la prima volta le sue opere al Salon d'Automne. Alla fine della guerra formulò la sua teoria tramite saggi che apparvero numerosi sulla rivista "Valori Plastici" di Mario Broglio.La prima mostra personale alla Galleria Bragaglia nel 1919, ispirò a Roberto Longhi la sarcastica recensione "Al dio ortopedico".Nel 1924 l'artista ritornò a Parigi, attirato dall'ammirazione per la sua opera espressa da André Breton e dai surrealisti.A metà degli anni '20 sposò l'attrice russa Raissa Gurevich Kroll.Nel corso degli anni Venti de Chirico riconsiderò il tema del manichino e sviluppò i nuovi cicli dei "cavalli sulla spiaggia" e dei " gladiatori".Nel 1929 pubblicò il romanzo "Hebdomeros", un capolavoro della letteratura surrealista.Nel 1931 conobbe Isabella Pakszwer Far che divenne sua seconda moglie.Negli anni Trenta de Chirico divise la sua attività tra Parigi e l'Italia.Nel 1934 completò una serie di litografie per Mythologie di Jean Cocteau, che diedero origine alla serie dei "bagni misteriosi".Dopo un soggiorno negli Stati Uniti, dal 1935 al 1937, nel 1944 si stabilì a Roma.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento