Translate

Foto dalla Pinacoteca

col03
col03

Tricks

Tricks

Si è aspettato più di vent’anni prima di vedere l’edizione italiana, tra l’altro ridotta, di Tricks, libro di Renaud Camus che ci racconta dei suoi incontri fugaci, i tricks appunto, caratterizzati dal rappresentare la classica “una botta e via”, infatti una delle regole dell’autore per definire i tricks è quella che non prevede un secondo incontro, anche se ci sono alcune eccezioni, e la mancanza di conoscenza personale.

Se siete allergici al pelo lasciate perdere questo libro, io ho dovuto fare una grande scorta di antistaminici, e francamente penso che all’orso più tosto verrà un poco di allergia dopo averlo letto, le prime cose che nota il nostro Renaud, nel possibile compagno di letto della notte, sono i peli, se escono dalla camicia, se escono dai polsini, se escono da qualsiasi luogo, alla fine tutto il pelo annoia, cos’ come il libro che finisce per essere sempre la stessa storia moltiplicata per trenta.
Ovviamente lo consigliamo agli orsi, a chi è curioso di sapere com’era la vita parigina gay negli anni ’70 , per chi vuol sapere com’era la vita gay pre-aids ed a tutti gli amanti di Renaud Camus.

Titolo Tricks
Autore Camus Renaud
Prezzo € 17,50
Dati 2012, 267 p., brossura
Traduttore Ferrara M.
Editore Textus (collana I romanzi della realtà)

Descrizione:
Tricks è stato, per la comunità gay italiana, un piccolo libro di culto, di cui più volte è stata annunciata la traduzione. Il Manhattan, il locale di rue des Anglais a due passi da Saint-Germain, era anche per gli italiani un punto di riferimento obbligato. Il libro, diario di circa sei mesi del 1978, riflette i costumi di un’epoca lontana, prima che si cominciasse a parlare di Aids; per questo conserva un notevole valore di testimonianza, quasi fenomenologica. È proprio l’impassibilità ‘scientifica’ dell’osservatore quella che marca la distanza dalla pornografia, lungo un asse che è piuttosto quello dell’illuminismo sadiano, fino ai limiti del disgusto ma senza rinunciare alla realtà del piacere.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento