EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Foto dalla Pinacoteca

Kouros
Kouros

Sochi: Arrestata Vladimir Luxuria!

Vladimir va a Sochi e la arrestano per un cartello in cui c’era scritto in russo “Gay è ok”!
Ci sta, sta violando una legge e dimostrando al mondo quanto quella legge sia assurda ed omofoba!
Scandalosi i commenti che si leggono nei vari social network italiani e che ci dimostrano quanto arretrati siamo riguardo alla civiltà!
Dal “speriamo se la tengano” al “mandatela in Siberia” abbiamo tutta una serie di commenti omofobi che ci dimostrano quanto il nostro paese di bello non abbia proprio nulla ma che al contrario sia costruito su uno strato di lerciume.

Dal canto nostro speriamo che Vladimir Luxuria venga liberata al più presto e che adesso i nostri politici non nascondano la testa sotto la sabbia ma che reagiscano fermamente alla situazione russa.

Chi ha agito invece fermamente contro la Russia è Barack Obama che non è andato a Sochi, come invece ha fatto Letta, mandando una delegazione con gay e lesbiche.
Obama inoltre in queste ore ha fatta sentire la propria voce anche in Uganda, in cui si sta per rendere reato l’omosessualità, minacciando ripercussioni nei rapporti tra i due paesi se questa legge andrà in porto. Bravo Obama!

Tornando alla situazione russa questi sono i giochi che non si sarebbero dovuti fare, ma che per ragioni economiche e non sportive, si stanno svolgendo in uno stato che tanto ricorda la Germania di Hitler!

Chiudiamo con un grande applauso a Vladimir Luxuria che ci ha dimostrato che sono i fatti non le parole a far grande una persona!

Vladimir Libera!!

Panti Bliss spiega cos’è l’omofobia!

Questo discorso ha bisogno di poche parole a commento è perfetto perché analizza la situazione non solo irlandese ma anche della cattolica italietta televisiva in cui i vari Giovanardi, Buttiglione, Binetti e similari hanno sempre diritto ad esprimere la propria omofobia tanto da non consentire da avere una legge degna di questo nome!

Rory o’Neall è una Drag Queen conosciuta con il nome di Panti Bliss in questo suo intervento spiega cos’è l’omofobia e perché è così odiosa, anzi no “opprimente”, e come quotidianamente gente omofoba abbia diritto di parola in tv, sui giornali e peggio ancora in parlamento!

Il video è con i sottotitoli in italiano!!

Buona Visione e diffondetelo

 

Family Pride Torino 2013

Torino ha inaugurato ieri il mese dei Pride. Moltissima gente per quello che è stato chiamato Family Pride perché la famiglia, appunto, era il nodo centrale della manifestazione di quest’anno, il riconoscimento di tutte le famiglie omosessuali esistenti ma ignorate dallo Stato Italiano.
L’allegra carovana, che vedeva in apertura il magnifico trenino delle famiglie arcobaleno, ha inondato di musica, colori ed allegria le vie di Torino, composta dalla variopinta razza umana etero, omo, trans e bisessuali, con un unico obiettivo far sentire la propria voce ed essere orgogliosi di ciò che si è, una grande manifestazione per una grande città che ha visto la gente accogliere con sorrisi, anche qualche sguardo perplesso a dir la verità, i partecipanti a questa parata.
L’atmosfera di gioia e di benessere che si prova in queste manifestazioni è sempre palpabile e rende questi eventi unici ma, per fortuna, ripetibili.
Ricordiamo che la settimana prossima sarà la volta di Vicenza e Barletta, mentre tra due settimane ci sarà il Pride Nazionale di Palermo che purtroppo non ci vedrà presenti.
Curiosità invece per il pride di Milano, che si terrà il 29 giugno, che ha scelto di tornare ad uno stile sobrio rinunciando ai carri, per un più piena rivendicazione politica. Noi ci saremo a seguire questo evento, voi volendo potrete scegliere tra Napoli, Cagliari, Catania e Bologna!!
Buon Pride a tutti!!

Un Pride per ogni città!

Si avvicina giugno e come è ormai tradizione consolidata nel Regno Italica ci si prepara a fare un pride in ogni città, provincia, quartiere o abitazione che sia!
Le posizioni su questo proliferare di Pride da nord a sud sono divise, da una parte c’è chi plaude a questa voglia di scendere in piazza che è sempre più presente e pressante in ogni parte d’Italia mentre dall’altra c’è chi vede questa frammentazione come penalizzante perchè porta a tanti micropride che la stampa e la politica ignorano bellamente, questi ultimi preferirebbero una grande manifestazione che avesse un maggiore impatto sulla società e di conseguenza sull’opinione pubblica.
Vediamo nel dettaglio quali e quanti sono i pride che si svolgeranno quest’anno, almeno quelli di cui abbiamo notizia, iniziando da quello che ufficialmente è il Gay Pride Nazionale 2013 cioè quello di Palermo, città dove nacque l’Arcigay poi spostata a livello nazionale a Bologna.
La parata del Palermo Pride avrà luogo il 22 giugno ed è preceduta da tutta una serie di iniziative di cui potete trovare informazioni sul sito ufficiale, questo è il gay pride più a sud d’Italia e d’Europa è per la prima volta in terra siciliana, a livello di pride nazionale ovviamente, ricordiamo anche che da diversi anni si svolge abitualmente il gay pride di Catania e che un gay pride regionale aveva già avuto sede a Palermo negli anni passati..
Ricordiamo, inoltre,  che sempre a Palermo dal 31 maggio al 6 giugno avrà luogo la terza edizione del Sicilia Queer Filmfest. Leggi il resto di questo articolo »

The Parade – La Sfilata

L’attesa è stata lunga ma dopo un anno, grazie alla coraggiosa Cineclub Internazionale Distribuzione, dal 9 maggio sarà possibile ammirare nelle sale italiane il film The Parade – La Sfilata, vincitore del premio del pubblico a Berlino 2012 ed al Festival GLBT di Torino 2012, dove avevamo già avuto modo di apprezzarlo.
Una scelta in contro tendenza quella della piccola Cineclub Internazionale Distribuzione che speriamo possa vedere premiato il coraggio dimostrato da una folta presenza di pubblico. Controllate i cinema della vostra città e se lo vedete in programmazione correte a vederlo non rimarrete affatto delusi.

 

Leggi il resto di questo articolo »